Seleziona una pagina

La Fondazione ITS per le Nuove Tecnologie della Vita nasce a seguito del DPCM 25 gennaio 2008 – Linee guida per la riorganizzazione del Sistema di istruzione e formazione tecnica superiore e la costituzione degli istituti tecnici superiori, ovvero, SCUOLE DI ALTA TECNOLOGIA STRETTAMENTE LEGATE AL SISTEMA PRODUTTIVO che preparano i quadri intermedi specializzati che nelle aziende possono aiutare a governare e sfruttare il potenziale delle soluzioni di Impresa 4.0.

La Fondazione ITS per le Nuove Tecnologie della Vita si costituisce nel 2010 con sede legale in Pomezia presso l’IIS Cavazza ad opera di 6 soggetti promotori:

  • Associazione Tecnici Industria Artigianato Servizi e Terziario Innovativo (soggetto promotore),
  • IPSIA E. Cavazza (ora IIS Largo Brodolini – Pomezia),
  • Università degli Studi di Roma Tor Vergata,
  • ENGIM San Paolo,
  • Life Lane Lab Srl,
  • Città Metropolitana di Roma, già Provincia di Roma.

Grazie all’accordo stipulato con Farmindustria nel 2019 e con Confindustria Dispositivi Medici nel 2021 la Fondazione ITS per le Nuove Tecnologie della Vita di Roma, oltre ad incrementare negli anni il numero delle imprese coinvolte ha contestualmente aumentato anche il livello di coinvolgimento delle stesse, sperimentando un modello di Academy settoriale  in grado di rispondere alle esigenze ed ai fabbisogni reali di professionalità del settore, formando giovani risorse con competenze immediatamente spendibili nel mercato del lavoro.

Nel 2023, la Fondazione ITS per le Nuove Tecnologie per la Vita assume il nome di ITS Pharma Academy a seguito della riforma del Sistema terziario di istruzione tecnologica superiore (Legge 15 luglio 2022, n. 99) che ha cambiato denominazione agli Istituti tecnici superiori (ITS) in Istituti tecnologici superiori (ITS Academy).

L’ITS Pharma Academy opera in relazione e coerenza alle priorità strategiche per lo sviluppo economico del Paese, negli ambiti di competenza e secondo le priorità indicati dalla programmazione Nazionale e Regionale:

  • promuove la diffusione della cultura tecnica e scientifica,
  • sostiene le misure per lo sviluppo dell’economia e delle politiche attive del lavoro, operando nell’area tecnologica delle Nuove Tecnologie della Vita (Biotecnologie e settore Chimico-Farmaceutico).

Per la realizzazione dello scopo, la Fondazione promuove aggregazioni, anche attraverso reti e filiere, delle migliori realtà e risorse socio-economiche e scientifiche nazionali ed internazionali per l’attuazione, tra gli altri, di progetti finalizzati allo/alla:

  1. svolgimento di attività di istruzione, formazione, qualificazione ed aggiornamento professionale in campo tecnologico e scientifico, con particolare riguardo a giovani provenienti da tutti i Paesi;
  2. svolgimento di attività di ricerca di settore e analisi dei fabbisogni;
  3. eventuale erogazione di premi e borse di studio a favore di giovani ricercatori per consentire loro di sviluppare idee di impresa basate anche sull’innovazione;
  4. occupazione diretta e tramite imprenditoria.

L’ITS Pharma Academy opera in relazione e coerenza alle priorità strategiche per lo sviluppo economico del Paese, negli ambiti di competenza e secondo le priorità indicati dalla programmazione Nazionale e Regionale:

  • promuove la diffusione della cultura tecnica e scientifica,
  • sostiene le misure per lo sviluppo dell’economia e delle politiche attive del lavoro, operando nell’area tecnologica delle Nuove Tecnologie della Vita (Biotecnologie e settore Chimico-Farmaceutico).

Per la realizzazione dello scopo, la Fondazione promuove aggregazioni, anche attraverso reti e filiere, delle migliori realtà e risorse socio-economiche e scientifiche nazionali ed internazionali per l’attuazione, tra gli altri, di progetti finalizzati allo/alla:

  1. svolgimento di attività di istruzione, formazione, qualificazione ed aggiornamento professionale in campo tecnologico e scientifico, con particolare riguardo a giovani provenienti da tutti i Paesi;
  2. svolgimento di attività di ricerca di settore e analisi dei fabbisogni;
  3. eventuale erogazione di premi e borse di studio a favore di giovani ricercatori per consentire loro di sviluppare idee di impresa basate anche sull’innovazione;
  4. occupazione diretta e tramite imprenditoria.